Amarone costoso

Amarone raccolta manuale

Selezione dei migliori grappoli per Amarone

Produzione limitata Amarone

Costi per appassimento Amarone

Perdita di peso uve Amarone

Bassa resa vino Amarone

Prolungata fermentazione invernale

Costi di maturazione nel legno

Costi di affinamento per Amarone

Perché l’Amarone è un vino costoso?

Ti sei mai chiesto perché l’Amarone è un vino costoso?
Dai un’occhiata al post e scoprirai i motivi per cui il “Re della Valpolicella” è un vino così importante!

1. Raccolta manuale

Le uve dell’Amarone sono vendemmiate esclusivamente a mano per 3 motivi:
1. la vendemmia meccanica è vietata
2. al fine di preservare qualità e integrità dei grappoli
3. il sistema di allevamento a pergola (75% del totale) non consente la vendemmia meccanica, che è più economica

2. Selezione dei grappoli migliori

Per produrre l’Amaronedella Valpolicella l’appassimento è obbligatorio almeno per tre mesi.
Solo le uve perfettamente sane possono superare indenni il periodo d’appassimento.
Ecco perché gli esperti vendemmiatori devono selezionare attentamente i grappoli migliori durante la vendemmia.

3. Produzione limitata

La produzione di Amarone della Valpolicella è limitata per legge, infatti solo il 65% del raccolto può essere destinato alla produzione di questo vino.
Questo limite può essere portato solamente ad un livello più basso se l’annata lo richiede.

4. Costi legati all’appassimento

L’appassimento è una metodo di disidratazione naturale che avviene all’interno di locali predisposti chiamati fruttai.
Ci sono costi importanti legati alla costruzione e manutenzione del fruttaio e altri legati alla gestione delle uve in appassimento.

5. Perdita di peso dell’uva

Un fattore estremamente importante legato all’appassimento è la perdita di peso dell’uva, compresa tra il 35 e il 50%.
Questo fattore comporta un decremento significativo della produzione, ma al contempo un innalzamento della qualità dovuta alla concentrazione di zuccheri, aromi e polifenoli degli acini.

6. Bassa resa dell’uva in vino

La produzione dell’Amarone è doppiamente limitata in quanto per legge la resa dell’uva in vino non pùò essere superiore al 40%, solitamente per un vino rosso è attorno al 70%. In pratica questo significa che da 1 kg di uva destinata a produrre vino rosso si ricavano 0,70 litri di vino, mentre con un 1kg di uva appassita atta a vinificare l’Amarone si ricavano solamente 0,40 litri.

7. Prolungata fermentazione invernale

L’Amarone è uno dei pochi vini la cui fermentazione comincia in inverno a causa dell’appassimento, il quale è essenziale per rendere le uve idonee alla produzione.
Le basse temperature e l’elevato quantitativo di zuccheri rallentano o possono addirittura bloccare la fermentazione che quindi va seguita con particolare attenzione. Per un vino di struttura come l’Amarone, l’estrazione durante la macerazione diventa cruciale, perciò vengono effettuanti parecchi rimontaggi e follature per estrarre correttamente polifenoli e altre sostanze.

8. Costi di maturazione in legno

L’Amarone è un vino che richiede un periodo di maturazione in legno.
I costi di manutenzione della cantina e dell’acquisto di botti e barrique è particolarmente elevato.

9. Costi di affinamento

Dopo il periodo di maturazione in legno, l’Amarone viene affinato in bottiglia aumentando i costi di stoccaggio.